Terremoto in Iran e Iraq: gli aiuti di Caritas e Focsiv

0

Il bilancio provvisorio delle vittime per il terremoto che il 12 novembre ha colpito la zona di confine tra Iran e Iraq è salito a 454 morti e oltre 7.000 feriti. Cifre che si teme aumenteranno considerando il fatto che le province coinvolte sono almeno 14. Con un doppio messaggio a firma del segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin, il cordoglio e la preghiera di Papa Francesco per quanto accaduto.
“Siamo in contatto costante con le realtà locali, con le Caritas locali, la Caritas Iraq da un lato e la Caritas in Iran dall’altro – spiega Fabrizio Cavalletti, responsabile dell’Ufficio Africa e Asia di Caritas Italia – per capire come possiamo essere di aiuto. In Iran, la Caritas ha espresso solidarietà e si è mostrata pronta a collaborare con le autorità”. “C’è un coordinamento che è in atto tra le varie agenzie governative – prosegue il responsabile – e quindi, nel momento in cui ci sarà un’ esigenza e alla Caritas verrà chiesto di fornire un appoggio, si potrà fare”.
“Al momento – conclude – c’è un coordinamento molto stretto delle autorità, c’è la Mezzaluna che sta operando, c’è una mobilitazione internazionale e quindi dovremmo vedere gli sviluppi delle prossime ore”. Caritas Italiana da tempo è attiva sia in Iran, con significativi progetti a sostegno delle vittime del terribile terremoto che devastò Bam nel 2003, che in Iraq con progetti a favore delle vittime della guerra attraverso Caritas Iraq e le diocesi di Erbil e Amadyia.
E proprio da Erbil, con una dichiarazione del coordinatore della Focsiv locale, Jabar Mustafa, arriva un aggiornamento sull’impegno della Federazione: “Le Nazioni Unite in questo momento stanno raccogliendo aiuti umanitari” e “noi parteciperemo per aiutare e poter fare la nostra parte”.
Ma anche noi, per quanto a migliaia di chilometri lontani da questa tragedia, possiamo dare il nostro contributo per aiutare la Caritas a sostenere e soccorrere le tante famiglie colpite dal sisma, con una donazione utilizzando:
– conto corrente postale n. 347013
– internet:
http://www.caritasitaliana.it/…/00003068_Donazioni_online.h…
– bonifico bancario (causale “Terremoto Iran/Iraq”) tramite:
• Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma –Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113
• Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474
• Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013
• UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119

No comments