Quasi 9 mila casi e 5 mila morti di Ebola. Riunione all’Onu

0

Nel mondo si registra una preoccupante impennata di casi di ebola. Lo dice l’Organizzazione mondiale della sanità, secondo cui si raggiungerà quota 9 mila entro la settimana. I decessi sono circa 5 mila. A New York, riunione d’emergenza del Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Il servizio di Giada Aquilino:

I casi accertati di Ebola sono 8.914. Il tasso di mortalità è salito dal 50 al 70 per cento. A dicembre il numero di nuovi contagi potrebbe salire a 5-10 mila a settimana. Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu si riunisce a New York per discutere dell’epidemia: era stato il presidente statunitense Obama, in una telefonata ieri al segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, a insistere sulla necessità di richiamare tutti i Paesi alle loro responsabilità nella lotta al virus. L’allarme intanto si allarga. Un dipendente sudanese dell’Onu, contagiato in Liberia, è deceduto nell’ospedale di Lipsia: si tratta della prima vittima dell’Ebola in Germania. A Roma Fiumicino, un aereo della Turkish Airlines è atterrato in emergenza per il malore di due passeggere. Ricoverate in ospedale, le due donne non presentano sintomi riconducibili all’Ebola. Mentre dalla Cina giunge la notizia di un farmaco che potrebbe curare la malattia – al momento in attesa dell’approvazione della Chinese Food and Drug Administration – l’Agenzia per l’energia atomica (Aiea) ha fatto sapere che invierà in Sierra Leone, Liberia e Guinea, i Paesi più colpiti, attrezzature per facilitare la diagnosi rapida dei casi sospetti.

Fonte: Radio Vaticana

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: