L’arcivescovo di Rabat: insieme all’islam per un mondo più misericordioso

0

Mons. Cristobal Lopez Romero fa un primo bilancio del viaggio di Papa Francesco in Marocco: “Basta coesistenza e tolleranza, con i musulmani dobbiamo passare all’amicizia e a costruire insieme la fraternità universale, partendo da qui. E cambiare il sistema economico perché la gente non sia più costretta a migrare”
Alessandro Di Bussolo – Rabat
Parole e gesti che restano e danno frutto: Papa Francesco è appena partito dall’aeroporto e l’arcivescovo di Rabat, lo spagnolo Cristobal Lopez Romero, ci riceve nel suo semplice e indaffarato studio, alle spalle della cattedrale. “Sono molto contento e grato a Dio. Con quello che hanno detto il Re Mohammed VI e il Papa possiamo fare un passo in avanti, dalla coesistenza e tolleranza, che il Re alla spianata ha riconosciuti non bastare più, all’amicizia, a costruire insieme la fraternità universale, partendo da qui, dal Marocco”. E sul proselitismo, additato dal Papa in cattedrale, l’arcivescovo sottolinea: “Non ci interessa, non vogliamo aumentare i clienti della Chiesa, ma che cresca il Regno di Dio, che cresca la pace, il rispetto della vita, l’amore, la verità. Coi musulmani lavoriamo insieme per un mondo nuovo, misericordioso”.
Fonte: Vatican News

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: