Jihadisti arretrano a Kobane. Nuove minacce in video dai miliziani

0

Sembra arretrare in modo significativo l’avanzata dei miliziani dello Stato Islamico (Is) a Kobane, strategica città siriana al confine con la Turchia. Dopo giorni di durissimi combattimenti, i curdi appoggiati dai raid statunitensi starebbero strappando terreno all’Is e si dicono ottimisti sulla prospettiva di cacciare definitivamente i jihadisti. Intanto, arrivano nuove minacce in video dall’Is. il servizio di Paola Simonetti:

A Kobane la strenua controffensiva curda starebbe rallentando, secondo fonti giornalistiche, lo Stato Islamico. Nelle ultime ore i jihadisti si sarebbero ritirati dal molte zone della città siriana al confine con la Turchia. “Forse nei giorni scorsi l’Is governava circa il 40 per cento di Kobane – ha detto un funzionario turco – ma ora meno del 20 per cento della città è sotto il suo controllo”. I peshmerga curdi prospettano una cacciata dell’Is nell’arco di pochi giorni con il sostegno dei raid aerei statunitensi, che stanno proseguendo anche in Iraq e Siria. Buone notizie le annuncia proprio dall’Iraq anche il Pentagono che assicura: “Baghdad non è più sotto la minaccia imminente dell’Is. Solo pochi giorni fa i militanti dello Stato Islamico premevano ad una decina di chilometri dall’aeroporto della capitale irachena. E mentre il costo di vite umane si è fatto pesantissimo, oltre 660 le persone rimaste uccise a Kobane, l’Is lancia nuove minacce in video: a volto scoperto in inglese, francese e tedesco dicono “taglieremo le teste di tutti quelli che manderete”.

Fonte: Radio Vaticana

No comments