Immigrazione: una cabina di regia tra Italia e 4 Paesi africani

0

Rafforzare la capacità di controllo dei confini marittimi e terrestri, contrasto al terrorismo e ai trafficanti, costituzione di una task force ad alto livello delle forze di sicurezza, maggiore coinvolgimento di Oim e Unhcr per realizzare in Niger e Ciad e migliorare in Libia i centri di accoglienza per migranti irregolari. Sono questi i punti qualificanti discussi oggi al Viminale nella seconda riunione della “Cabina di Regia” dei Ministri dell’Interno di Ciad, Italia, Libia, Mali e Niger.
Vertice a Parigi, sempre sull’immigrazione, tra Francia, Germania, Italia e Spagna su migranti e Libia; presente anche il premier libico Serraj. Berlino, Parigi, Madrid e l’Alto Rappresentante Ue si felicitano intanto per le misure prese da Roma sul codice delle ong e per il progetto di cooperazione con la Libia sulle rotte migratorie.
Il vertice di Parigi, per la Ong Intersos, rischia però di delegare la gestione dei flussi immigratori ai Paesi africani, con scase garanzie sul fronte dei diritti umani.

Radio Vaticana

No comments