Il Papa prega perché l’Europa riesca ad avere l’unità fraterna sognata dai padri fondatori

0

Nella Messa a Santa Marta, Francesco prega perché l’Europa, in questo tempo in cui è necessaria tanta unità tra le nazioni, riesca ad avere una unità fraterna. Nell’omelia, ricorda l’amore di Dio che ci ha amato così tanto da dare la vita: “Tanti cristiani passano il tempo guardando il crocifisso e lì trovano tutto, perché lo Spirito Santo ha fatto capire loro che lì c’è tutta la scienza, tutto l’amore di Dio, tutta la saggezza cristiana”.

Nel mercoledì della seconda settimana del Tempo di Pasqua. Nell’introduzione rivolge il suo pensiero all’Europa:
In questo tempo nel quale è necessaria tanta unità tra noi, tra le nazioni, preghiamo oggi per l’Europa, perché l’Europa riesca ad avere questa unità, questa unità fraterna che hanno sognato i padri fondatori dell’Unione Europea.
Nell’omelia, il Papa ha commentato il Vangelo odierno (Gv 3, 16-21) in cui Gesù dice a Nicodemo che “Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui”. E il giudizio è questo, afferma Gesù: “la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie”. L’amore di Dio sembra una pazzia – ha detto il Papa – il Padre ci ha dato il Figlio unigenito che è morto in croce per noi. Il crocifisso è il grande libro dell’amore di Dio per noi. Tanti cristiani passano il tempo a contemplare il crocifisso e lì trovano tutto, perché hanno capito, lo Spirito Santo ha fatto capire loro che lì c’è tutta la scienza, tutto l’amore di Dio, tutta la saggezza cristiana: la luce di Dio. Ma tante persone – ha aggiunto – non possono vivere nella luce, sono dei pipistrelli umani che vivono nella notte. E anche noi, quando viviamo nel peccato, preferiamo vivere nelle tenebre e camminiamo come ciechi. Il Papa invita a porsi oggi questa domanda: sono figlio di Dio, figlio della luce, o figlio delle tenebre?

Fonte e immagini: Vatican News

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: