Il Papa nomina Becciu suo delegato presso l’Ordine di Malta

0

Papa Francesco ha nominato mons. Giovanni Angelo Becciu, sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, delegato speciale per il Capitolo straordinario dell’Ordine dei Cavalieri di Malta.

Mons. Giovanni Angelo Becciu

La nomina del delegato papale arriva “all’inizio del cammino di preparazione in vista del Capitolo straordinario che dovrà eleggere il nuovo Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta”. Nella Lettera di nomina, indirizzata al presule e datata 2 febbraio, Papa Francesco spiega che mons. Becciu “agirà in stretta collaborazione” con il Ven. Balì Fra’ Ludwig Hoffmann von Rumerstein, luogotenente interinale, “per il maggior bene dell’Ordine e la riconciliazione tra tutte le sue componenti, religiose e laicali”.
Il delegato “affiancherà e sosterrà” il luogotenente nella preparazione del Capitolo straordinario: insieme verranno decise “le modalità di uno studio in vista dell’opportuno aggiornamento della Carta Costituzionale dell’Ordine e dello Statuto Melitense”.

In particolare – scrive il Papa – mons. Becciu è chiamato a curare “tutto ciò che attiene al rinnovamento spirituale e morale dell’Ordine, specialmente dei membri professi, affinché sia pienamente realizzato il fine «di promuovere la gloria di Dio mediante la santificazione dei membri, il servizio alla Fede e al Santo Padre e l’aiuto al prossimo», come recita la Carta Costituzionale”.

Fino al termine del suo mandato, cioè fino alla conclusione del Capitolo
straordinario che eleggerà il Gran Maestro, il delegato – precisa Papa Francesco – sarà suo “esclusivo portavoce in tutto ciò che attiene alle relazioni” tra la Sede Apostolica e l’Ordine. Il Pontefice, dunque, delega a mons. Becciu “tutti i poteri necessari per decidere le eventuali questioni che dovessero sorgere in ordine all’attuazione del mandato” affidatogli.

La nomina del delegato segue la crisi che ha investito l’Ordine, con le dimissioni del Gran Maestro, Fra’ Matthew Festing, e il reintegro del Gran Cancelliere, Albrecht von Boeselager, rimosso nel dicembre scorso. In una conferenza stampa, giovedì scorso a Roma, il Gran Cancelliere aveva espresso la gratitudine al Papa per aver portato ad una soluzione rapida della crisi: la fedeltà dell’Ordine di Malta al Successore di Pietro – aveva detto von Boeselager – è una scelta irrevocabile. Il Gran Cancelliere ha anche spiegato che l’intervento del Pontefice non è stata una interferenza né una violazione della sovranità dell’Ordine, in quanto si è interessato alla sua dimensione religiosa e non statuale. L’elezione del nuovo Gran Maestro – ha affermato – avrà luogo nei prossimi tre mesi, come previsto nella Costituzione, anche se la data non è stata ancora fissata.

Fonte: Radio Vaticana

No comments