Il Papa a nuotatori: “L’acqua è fonte di vita, inquinarla è ripugnante”

0

Lo sport è una festa, ma non è priva di valori. E’ quanto affermato da Papa Francesco nell’udienza ai partecipanti al Trofeo di nuoto “Sette Colli” in corso a Roma. Il Papa ha messo in guardia dall’idolatrare il corpo ed ha messo l’accento sul bisogno di interiorità anche nello sport. Quindi, ha ribadito l’importanza dell’acqua, che non va inquinata.

Lo sport è una festa, ma una “festa non priva di contenuti, perché trasmette valori sempre più necessari in una società come la nostra, che viene definita liquida, priva di punti di riferimento saldi”. Il vostro sport, ha osservato, “si fa nell’acqua, ma non è liquido, anzi, è molto solido, richiede impegno costante e forza d’animo”.

Non esiste vita senza acqua
Il vostro sfidarvi nell’acqua, ha soggiunto, “possa essere anche un contributo ad una diversa cultura dell’acqua: l’acqua è vita, senza acqua non esiste la vita”. E parlare di vita, ha ripreso, “è parlare di Dio, origine e sorgente della vita, e anche la nostra vita cristiana inizia nel segno dell’acqua, col Battesimo”:

L’acqua nella quale nuotate, vi tuffate, giocate, gareggiate richiama una pluralità di attenzioni: il valore del corpo, che va curato e non idolatrato; il bisogno di interiorità e la ricerca di senso in ciò che fate; la forza e il coraggio nel resistere alla fatica; la visione chiara di quale approdo cercare nella vita e come raggiungerlo; il valore di autenticità che dice trasparenza, limpidezza, pulizia interiore”.

A contatto con l’acqua, ha concluso rivolgendosi agli atleti, “imparate ad avere ripugnanza verso tutto ciò che è inquinante, nello sport e nella vita” ed h pregato il Signore che “dia sempre la gioia di fare sport insieme in spirito di fratellanza”.

da Radio Vaticana

No comments