Il direttore Barbara Jatta presenta i Musei Vaticani

0

Il Direttore dei Musei Vaticani – Barbara Jatta

Far conoscere, preservare e condividere quello straordinario lascito di cultura, di storia e di bellezza che i pontefici romani hanno raccolto e custodito per secoli: questa è la missione dei Musei Vaticani oggi.

I Musei Vaticani vanno declinati al plurale perché sono un complesso di collezioni diverse e tutte straordinariamente importanti. Egizie, etrusche, greche e romane, cristiane, epigrafiche per arrivare alla pittura dei diversi secoli e al grande Rinascimento di Raffaello e Michelangelo delle “Stanze” e della Cappella Sistina. E poi ancora le arti decorative, le collezioni etnologiche, le raccolte storiche, le carrozze e le berline papali fino all’arte moderna e contemporanea.
Un museo dinamico dove tradizione e innovazione trovano una perfetta sintesi, capace di rendere concreto quanto la Chiesa Romana persegue da sempre nelle sue istituzioni culturali.
Tradizione che va fatta risalire a papa Giulio II, a quel 1506 che vide la creazione del “cortile delle statue”, le più celebri a Roma in quel momento, nel cuore del Belvedere Vaticano. Poi ancora alla grande stagione museale del XVIII secolo, passando per Canova e arrivando, con papa Pio XI all’indomani del Trattato Lateranense del 1929, ad un organico ed efficace ordinamento istituzionale dei Musei, aperti al mondo con il portale realizzato sulle Mura Vaticane. Tradizione che è tutela, restauro, conservazione e valorizzazione delle collezioni attraverso gli studi, la ricerca, la didattica, i progetti internazionali, i convegni e le mostre.
Innovazione che è oggi imprescindibile per il funzionamento di un’Istituzione che accoglie milioni di visitatori l’anno e dove ogni giorno operano circa mille persone, tra dipendenti e collaboratori. Innovazione che permette di fruire in modo dinamico ed attuale delle raccolte dei Musei, ed attraverso questo nuovo sito consente di raggiungere i luoghi più remoti del nostro mondo.

Quello che mi auguro è che ciascun visitatore entrando nei Musei Vaticani – virtualmente, attraverso queste pagine elettroniche, ma ancor più fisicamente – sia pervaso da quel senso di privilegio di trovarsi dentro quella Bellezza che conduce alla Fede e che questo strumento informatico sia ugualmente un veicolo alla conoscenza, all’armonia e alla spiritualità.

 

Biografia del Direttore

Barbara Jatta è nata a Roma il 6 ottobre del 1962, è sposata con Fabio Midulla dal luglio del 1988 ed ha tre figli, Marco, 25 anni, Fabiola, 22 anni, Giorgio, 13 anni.

Si è laureata in Lettere con una tesi in Storia del disegno, dell’incisione e della grafica nel 1986 presso l’Università “La Sapienza” di Roma e, nello stesso ateneo, si è specializzata al corso triennale in Storia dell’Arte nel 1991. Ha intrapreso diversi tirocini di specializzazione all’estero: in Inghilterra, in Portogallo e negli Stati Uniti.
Dal 1981 al 1996 ha collaborato presso l’Istituto Nazionale per la Grafica lavorando prima in qualità di restauratrice di materiale grafico e poi alla catalogazione dei fondi di disegni, incisioni, xilografie e litografie dell’Istituto.
Dagli anni Novanta ad oggi ha svolto attività di docenza presso diverse istituzioni e corsi di specializzazione.
Dal 1994 è titolare del corso di Storia delle tecniche e delle arti grafiche presso la facoltà di Lettere dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, dove dal 2014 è anche membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Pagliara.
Dal 1996 è Responsabile del Gabinetto delle Stampe della Biblioteca Apostolica Vaticana presso la quale è anche Membro delle commissioni Mostre, Accessioni, Acquisti, Editoria e Catalogazioni.
L’8 settembre del 2010 il Santo Padre Benedetto XVI ha nominato Barbara Jatta Curatore delle Stampe presso la Biblioteca Apostolica Vaticana.
Nel 2005 è stata cooptata nel Gruppo dei Romanisti.
Dal 2010 è membro effettivo dell’Advisory Keepers of Graphic Collections, l’associazione internazionale dei Direttori dei Gabinetto di disegni e stampe.
Dal 2010 è membro del comitato scientifico della rivista Grafica d’Arte.
Ha collaborato e organizzato personalmente diverse mostre ed ha partecipato a numerosi progetti editoriali nel campo della storia della grafica e dell’arte.

Dopo essere stata nominata, il 15 giugno 2016, Vice Direttore dei Musei Vaticani, dal 1° gennaio 2017 è stata chiamata da Papa Francesco a guidare le collezioni pontificie nel ruolo di Direttore dei Musei Vaticani.

No comments