Firmata Convenzione tra Segreteria per la Comunicazione e Gesuiti

0

E’ stata firmata questa la Convenzione tra Segreteria per la Comunicazione e la Compagnia di Gesù. “Questa firma – ha detto il prefetto del Dicastero vaticano, mons. Dario Edoardo Viganò – avviene a pochi giorni dai cento anni di padre Stefanizzi, che è stato direttore della Radio Vaticana durante gli anni del Concilio Vaticano II: un evento che doveva essere raccontato alle persone che non conoscevano né il latino né la teologia. Da questo punto di vista, quindi, padre Stefanizzi ha precorso il modello ‘user first’, cioè l’attenzione prioritaria ai fruitori della comunicazione, oggi al centro della riforma dei media vaticani voluta da Papa Francesco. Padre Stefanizzi – ha proseguito mons. Viganò – ha saputo mediare ciò che avveniva dentro l’aula conciliare con ciò che era necessario che la gente conoscesse, al fine di evitare la doppia lettura ‘dentro’ e ‘fuori’ dal Concilio, più volte messa in luce sia da Papa Benedetto XVI che da Papa Francesco”.
Il prefetto della Segreteria per la Comunicazione ha quindi espresso gratitudine, personale e di tutto il Dicastero, alla Compagnia di Gesù con la quale nell’ultimo anno e mezzo è stato avviato un lavoro di discernimento e ripensamento della presenza dei Gesuiti all’interno non più della Radio Vaticana, ma di una realtà molto più grande. Con la firma della Convenzione, la Compagnia si rende disponibile a questo servizio secondo la missione apostolica nel mondo della comunicazione. Mons. Viganò ha riferito inoltre della gratitudine e della soddisfazione del Papa per questa nuova forma di collaborazione all’interno del processo di riforma.
“Stiamo compiendo – ha concluso – un atto di obbedienza al Santo Padre rispetto ai criteri da lui indicati. La nuova collaborazione darà molto frutto perché quando si vive un servizio alla Chiesa, si va oltre la gratificazione personale. Il servizio supera ciascuno di noi e l’augurio è che si possa vivere la professione ‘al modo di Dio’: non siamo solo dei professionisti, ma bravi professionisti trasfigurati nell’esperienza del mistero di Dio”.
“I tempi cambiano”, ha dichiarato da parte sua il delegato della Compagnia di Gesù, padre Juan Antonio Guerrero Alves: “Fa parte della vocazione della Compagnia di Gesù servire la Chiesa, come la Chiesa chiede. Il nostro contributo nell’ambito della comunicazione ci rende felici perché possiamo contribuire alle riforme volute dal Santo Padre”.

Radio Vaticana

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: