Colombia – Il Papa ai militari e agenti di polizia: “Grazie per quanto fate per la pace”

0

E’ iniziata presto la terza giornata di Francesco in Colombia: alle 7.50, ora locale, il Papa è partito in aereo dall’area militare dell’Aeroporto di Bogotà per arrivare, dopo una quarantina di minuti di volo, alla base aerea di Apiay in Villavicencio. Prima di salire in aereo il Papa ha improvvisato un saluto ai militari, agli agenti di polizia e ai cappellani presenti.

“Voglio ringraziarvi, ha detto, anche per tutto quello che avete fatto e continuerete a fare in questi giorni, durante la mia visita. Lavoro in più … Però, soprattutto vorrei ringraziarvi per quello che avete fatto e quello che fate per la pace, mettendo a rischio la vostra vita”.

Francesco ha ricordato che questo è quello che ha fatto Gesù: “ci ha riappacificato con il Padre”, ha messo a rischio e ha dato la sua vita. “Questo, ha aggiunto, vi rende ancora più fratelli di Gesù: rischiare la propria vita per ottenere la pace. Vi auguro di poter vedere consolidata la pace in questo Paese, che se la merita.”

Il Papa ha poi chiesto a tutti di pregare in silenzio per i caduti e per i feriti, alcuni dei quali erano lì presenti.

Arrivato a Villavicencio, il Papa si è trasferito al Terreno di Catama distante circa 9,5 chilometri, appena fuori dalla città. Qui grande attesa per la messa e la beatificazione dei Servi di Dio, Jesús Emilio Jaramillo Monsalve, Vescovo di Arauca, e Pedro María Ramírez Ramos, Sacerdote diocesano.

Radio Vaticana

No comments