ARTE – Entriamo nello studio atelier del grande Artista napoletano Lello Esposito

0

Entrare nello studio dell’artista Lello Esposito nelle ex scuderie di Palazzo Sansevero è un piacere che almeno una volta nella vita ciascuno di noi dovrebbe regalarsi.
Situato nel cuore di Napoli, in Piazza San Domenico Maggiore, lo studio d’artista di Lello è un luogo mitico, ricco della sua produzione artistica: i Pulcinella, la maschera, l’uovo, il Vesuvio, il corno, San Gennaro, i numeri, i teschi e tutti i simboli propri di Napoli, la sua adorata città che sono da lui interpretati svincolandoli dall’immobilismo del passato per tradurli, grazie all’utilizzo di nuovi materiali, in opere colorate con tinte accese e realizzate grazie all’utilizzo di tecniche innovative.

Lello Esposito è uno degli artisti più rappresentativi del panorama artistico contemporaneo e internazionale, un maestro in grado di utilizzare qualsiasi linguaggio e di trasformarlo grazie alla sua singolare inventiva.
Il suo Pulcinella ha fatto impazzire i Newyorchesi. In tutte le sue creazioni si percepisce la sua gioiosa ma anche sofferente umanità che ci offre sempre con garbo e amore.
L’artista è stato invitato da Francesca Bianucci e Chiara Cinelli, insieme ad altri 34 artisti contemporanei, a partecipare alla mostra collettiva sul tema dell’albero “Arte e salute. Alle radici della prevenzione”, appena conclusasi a Milano, e allestita nelle sala espositiva di Palazzo Pirelli.
Portatore di un vasto patrimonio di cultura, tradizione, identità e memoria, l’Albero è un simbolo universale da sempre oggetto di rappresentazione artistica che ancora oggi costituisce un terreno fertile per l’esperienza estetica contemporanea. L’opera di Lello, di un acceso rosso lacca, esalta l’energia materica della scultura-albero di terracotta creata dall“artista di culto” per il suo modo di dare nuova vita agli archetipi e ai simboli della napoletanità. In questa sua opera, ammiratissima dal numeroso pubblico presente all’inaugurazione ed anche nei giorni che sono seguiti, si rintraccia tutta l’energia vitale partenopea, il calore e il colore della lava del Vesuvio, la matericità e la potenza esplosiva della sua arte.
Lello Esposito, classe 1963, è scultore e pittore. Da oltre trent’anni lavora sulla città di Napoli e i suoi simboli e alterna la sua attività tra Napoli e New York svolgendo una ricerca che nel tempo gli permette di sperimentare scultura e pittura e di realizzare un’evoluzione di significati, di dimensioni e di tecniche artistiche. Per le sculture e le installazioni utilizza materiali di vario tipo – fra cui il bronzo e l’alluminio – e realizza opere pittoriche di grandi dimensioni. Lello è stato definito “artista di culto” per l’indagine portata avanti sugli archetipi, sui simboli della città, sull’immaginario culturale che dal profondo emergono in superficie, vengono restituiti ed assumono nuove forme e raffigurazioni, contribuendo significativamente alle nuove interpretazioni della tradizione, indispensabile per ogni forma di sperimentazione artistica e culturale. Coniuga la passione totale per l’arte e per Napoli, diventandone indubbiamente un artista rappresentativo e fortemente riconoscibile. Il suo lavoro è noto in Italia e all’estero, dove ha esposto in numerose mostre.

No comments